“Due mondi”, una reputazione.

 

i due mondiViviamo contemporaneamente in due mondi paralleli: quello fisico e quello digitale.

Non importa se facciamo un’attività social o no-social, se operiamo on-line od off-line, la vita della nostra impresa scorre (e si decide) anche nel mondo digitale.

Anzi, paradossalmente alla propria identità nella Rete dovrebbero porre più attenzione proprio le imprese meno “internettiane”, perché non di rado c’è un pericoloso disallineamento tra il valore reale e quello percepito da una ricerca nel web. Aziende e persone di grande spessore, che viste da Internet sembrano delle perfette sconosciute, di cui nessuno parla.

La ricerca su Google è semplice e veloce. Dobbiamo informarci su di una persona o un’azienda?

Si digita un nome e in pochi istanti, in assoluta privacy, possiamo farci un’idea di tutto e di tutti, e anche in funzione a questa poi decidere come procedere.

tabletÈ una ricerca che non costa nulla, ma che ci può dare una visione utilissima del nostro interlocutore, ecco perché “l’esercito dei ricercatori Googleriani” si ingrossa in modo esponenziale e ne entrano a far parte personaggi “insospettabili” come imprenditori, manager, investitori, istituzioni.

Personalmente ho preso veramente coscienza di questo aspetto poco più di un anno fa, in quel periodo Ilio Stella per Google era solo un nome scritto su alcuni elenchi telefonici e in un paio di social, ma non aveva un volto, non aveva referenze.

Ero la stessa persona di oggi, con le stesse competenze di oggi, ma per il mondo digitale ero un perfetto sconosciuto.

“E chi se ne importa – mi dicevo – mica devo fare affari in internet io.  I miei interlocutori mi conoscono, sanno chi sono e cosa faccio”.

Quanto mi sbagliavo!

È stato sufficiente “consegnare al digitale” le mie foto, i miei pensieri, le mie idee, la mia storia, e molto è cambiato in meglio.

Sembra incredibile ma è così.

webilioQualcuno potrebbe pensare: “beh, hai avuto la fortuna di conoscere persone nuove grazie a internet”.

No, assolutamente no.

Neppure una persona che mi abbia contattato di sua spontanea volontà.  Potete ben immaginare che è molto improbabile che qualcuno vada a digitare per caso Ilio Stella su un motore di ricerca.

Sapete cosa è successo?

Ha preso il via un positivo parlare  tra le persone che già mi conoscevano e mi stimavano e questo ha acceso un riflettore sulle mie competenze facendo crescere la mia immagine e la mia autorevolezza.

Perché vi racconto questo?

Perché ho piacevolmente provato sulla mia pelle il valore  e i vantaggi dIlio Stellael comunicare la propria reputazione.  

Adesso sono pronto a condividere questa mia esperienza e a darvi i giusti strumenti per dare visibilità alle vostra buona reputazione .   All’interno di un  Gruppo Imprenditoriale che opera in tutta Italia,  abbiamo messo a punto (e sperimentato nella pratica) un metodo di un’efficacia disarmante, applicabile da tutti.

Non servono grandi budget, basta decidere di farlo.

Buona reputazione