Press "Enter" to skip to content

Fai attenzione, la tua identità digitale ti precede… e ti insegue

 

C’è ancora poca consapevolezza su quanto sia determinante la nostra identità digitale.

Eppure questa ci precede e nello stesso tempo ci segue.

E’ il nostro “primo curriculum vitae” visualizzato da chi cerca informazioni su di noi tramite il  web.

 

Hai mai cercato informazioni su una persona tramite Google?

 

Quello che hai trovato è la sua identità digitale.

 

Hai mai pensato a quante persone possono aver fatto la stessa cosa nei tuoi confronti o della tua azienda?

 

  • Possono averlo fatto prima di incontrarti, per avere informazioni su ti te: la tua identità digitale ti ha anticipato.
  • Oppure dopo averti incontrato, per fare verifiche: la tua identità digitale ti ha seguito.

Sbaglia chi pensa sia sufficiente non avere nessuno che parla male di noi sul web.

Oggi paradossalmente il fatto più grave è quando non c’è nessuno che parla di noi e sul web siamo rintracciabili solo perché “noi parliamo di noi”.

Non basta avere un bel sito internet e dei profili social, chi cerca di informarsi sulla nostra affidabilità,  eticità, correttezza va oltre.

Che risultati propone Google digitando il tuo nome o quello della tua azienda ?

Quante altre fonti  non autoreferenziali parlano di te?

Ci sono articoli giornalistici che confermano le tue competenze? 

Ci sono contenuti di valore che rendono giustizia alla tua vera identità?

C’è la tua faccia?

Essere facilmente rintracciabili, anche visivamente rassicura i nostri interlocutori.

Molti imprenditori ancora affermano con convinzione: “non è importante che sia visibile io, è importante che sia visibile l’azienda, il marchio!”.

Certo, se il tuo  brand è Apple, Ferrero, Barilla, Prada, Amazon, Ikea, ecc., può essere vero.

Sono multinazionali talmente note, su cui nessuno sente il bisogno di cercare verifiche, anche se poi in realtà loro la faccia ce la mettono e come!

Chi  invece è titolare di una “IlioStella srl”, deve prendere consapevolezza che alle soglie del 2020 è abbastanza normale e probabile, che in molti prima di procedere, vadano a cercare informazioni su chi porta avanti “la baracca” e il web è il modo più discreto, veloce ed economico per farlo.

L’argomento diventa ancora più importante, se non addirittura vitale, nel caso di un professionista, che si presenta con un Nome e Cognome.

Se hai una buona reputazione, comunicala anche e soprattutto tramite fonti terze.

Ilio StellaSe hai una buona reputazione, mettici la faccia!

 

Con Sì! Reputation di Sì4Web (la digital Unit di Pagine Sì Spa), abbiamo aiutato centinaia di imprenditori e professionisti di tutta Italia a costruire una corretta identità digitale.