Comunicare la reputazione crea valore economico.

 

Ci sono aziende e professionisti che hanno una buona nomea e un elevato successo sul mercato.

ValoreCe ne sono altre altrettanto brave, che invece devono accontentarsi “di tirare avanti”.

Per quale motivo?

Perché la buona reputazione è una potentissima calamita per attrarre clienti e sviluppare il proprio business.

Come spieghi che due professionisti (o due aziende) con le stesse qualità e competenze,  godono di reputazioni  differenti?

C’è un’unica verità: la buona reputazione se non comunicata è come se non esistesse.

Ma come si genera la buona reputazione?

La reputazione è la considerazione e la stima di cui si gode nella società.  Mentre la visibilità e l’immagine si conquistano anche grazie alla pubblicità, la reputazione si acquisisce dimostrando il proprio buon fare e le proprie competenze;  viene poi diffusa attraverso  il passaparola.

ilio stella
ilio stella

Ti parlo della mia esperienza: ma probabilmente  è accaduto anche a te. Sono cresciuto in un’epoca e in un ambiente in cui valeva la “parola data” e “la stretta di mano”. Mio padre mi ripeteva continuamente: “comportati bene, sii onesto e sincero, mantieni sempre quello che prometti, vedrai che la voce si sparge ed il resto verrà da se!”. Parole sante le sue, valide anche nei giorni nostri, con una enorme differenza: il passaparola non avviene più nel “mondo fisico” ma in quello digitale. Oggi tutto gira molto più velocemente e il passaparola fisico è inadatto in quanto lento e limitato nello spazio.

Come nasce il passaparola nel web? È sufficiente avere un buon sito internet e dei bei video aziendali caricati su YouTube?

Sono sicuramente utili, ma non bastano a creare una reputazione che si trasformi in valore economico.

Servono contenuti di qualità ed autorevoli, che dimostrino competenze e valori. I contenuti devono essere credibili:  fare  informazione non propaganda.  In cui l’azienda o il professionista parla da esperto del settore. Contenuti da far arrivare in modo mirato e con continuità a tutti i propri portatori di interesse (stakeholder) e da far diventare patrimonio del web creando la giusta identità digitale.

E qui si apre un nuovo capitolo: il valore dellidentità digitale.

Ilio StellaCosa esce su Google digitando il tuo nome o quello della tua azienda?

Rende giustizia alla tua vera identità?

Cosa fai quando devi informarti di qualcuno o di qualcosa? Non vai a cercare su Google?

E cosa pensi che facciano gli altri quando devono informarsi su di te e la tua azienda?

buona reputazione.

ilio stella